Accessibilità

Cani: iscrizione all’anagrafe, variazioni, passaporto

I proprietari di cani, gli allevatori ed i detentori di cani a scopo di commercio devono iscrivere i propri animali all'Anagrafe canina del comune di residenza entro 30 giorni dalla nascita dell'animale o da quando ne vengano in possesso. Inoltre devono comunicare all'Anagrafe canina smarrimento, sottrazione, cessione, morte, cambio di residenza o rinuncia alla proprietà dell’animale.

Polizia Locale

Contatti

Telefono: 0536 880729 - Fax: 0536 880906 - n. verde 848 998998: da lunedì a venerdì 07.15 / 01.00 - Ufficio Verbali: 0536 880726 / 879 - Telefono reperibilità pattuglia esterna: 328 1004488 tutti i giorni dalle ore 19:00 alle 01:00, domenica e festivi attivo dalle 07:15 alle 01:00
Email: poliziamunicipale@comune.sassuolo.mo.it
PEC: poliziamunicipale@cert.comune.sassuolo.mo.it

Orari

Uffici Polizia Locale
Tutte le mattine dalle 07:30 alle 12:30
Pomeriggio: Giovedì dalle 14:30 alle 17:30
Domenica: Chiuso

 

Ufficio Anagrafe canina
riceve su appuntamento: Tel. 0536 880767
Tutte le mattine dalle ore 09:00 alle ore 12:30
Pomeriggio: Giovedì dalle 14:30 alle 17:30

Domenica: Chiuso

Sede

Via Decorati al Valor Militare, 60

41049 Sassuolo (MO)

Tempi e scadenze

Lo smarrimento o la sottrazione di un cane devono essere segnalati dal detentore entro tre giorni, mentre la cessione definitiva, la morte e i cambiamenti della propria residenza entro quindici giorni.

Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:

60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione

L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi

L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

Strumenti di tutela amministrativa

  • Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
  • Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
  • Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).