Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Avvisi > La biblioteca avvia il servizio di prestito a domicilio

La biblioteca avvia il servizio di prestito a domicilio

 In questo periodo di necessaria chiusura al pubblico, Le Biblioteche Comunali di Sassuolo "Natale Cionini" e Biblioteca dei Ragazzi "Leontine" attivano a partire da lunedì 27 aprile un servizio gratuito di prestito libri per adulti e bambini a domicilio, su tutto il territorio comunale, frazioni comprese, per aiutare a trascorrere il tempo a casa in modo piacevole e stimolante, in attesa di riaprire ed accogliere nuovamente gli utenti.

Il servizio di prestito a domicilio rimarrà attivo per il periodo di permanenza dello stato di emergenza sanitaria, ma l'Amministrazione valuterà la possibilità di proseguire tale servizio anche successivamente al concludersi dell’emergenza, in particolare per le fasce più fragili di utenza,

Richiedere un prestito a domicilio è facile. Gli utenti iscritti alla Biblioteca possono fare richiesta telefonando il lunedì e il mercoledì mattina dalle ore 8 alle ore 13 al numero 0536-880571 oppure inviando una e-mail all'indirizzo biblioteca@comune.sassuolo.mo.it. Per richieste di libri per bambini e ragazzi fino a 14 anni i recapiti sono: telefono 0536 880814, e-mail leontine@comune.sassuolo.mo.it, indicando nome e cognome, data di nascita del richiedente, titolo e autore del libro richiesto.

Per coloro che sono interessati ma non iscritti, basterà contattare la Biblioteca per iscriversi in modo semplice e da remoto.

Le modalità di consegna, che avverrà due volte alla settimana, saranno comunicate dalla Biblioteca al momento dell'attivazione del prestito, così come tutte le condizioni e i dettagli del servizio.

Per chi ha prestiti scaduti, sarà possibile restituire i libri in questa occasione. La consegna è curata dai volontari di Protezione Civile di Sassuolo, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid19. 

“In questo periodo di emergenza sanitaria – spiega l’assessore alla Cultura Angela Ruini – la diffusione della cultura ha necessariamente subito una battuta d’arresto. Per questo abbiamo deciso di portare la cultura a casa dei cittadini,  consegnando a domicilio i libri richiesti, tramite i volontari di Protezione Civile coordinati dall’Assessore Massimo Malagoli, che molto generosamente si sono messi a disposizione. In questo modo offriamo la possibilità a chi deve restare a casa di impegnare il proprio tempo leggendo, riflettendo e liberando la fantasia: un libro è sempre il migliore amico nei momenti di solitudine e di noia e aiuta a pensare a nuove alternative per quando si potrà di nuovo vivere liberamente” 

archiviato sotto: