Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Avvisi > Il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2017

Il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2017

E’ stato approvato ieri sera, nel corso della seduta del Consiglio Comunale, il Rendiconto della gestione Esercizio Finanziario 2017 del Comune di Sassuolo.

L'avanzo di amministrazione generale 2017 al lordo degli accantonamenti è pari ad

€ 9.189.680,92.  Il disavanzo tecnico al 1.1.2017 era di €. 2.383.333,11 (quello iniziale all’1.1.15 era di €. 2.924.280,30) e al termine doveva essere inferiore a tale importo di almeno €.97.946,01 (terza rata dell’accantonamento trentennale) e quindi non doveva essere più alto (in negativo) di €. 2.285.387,11. Il disavanzo risulta invece sceso a €. 1.920.002,50 e quindi è stato ottenuto un miglioramento anticipato di €. 365.384,61 corrispondente a quasi altri 4 anni di ammortamento previste dal piano iniziale.

In prospettiva ci possiamo attendere che il disavanzo tecnico sarà coperto in molti meno anni rispetto al piano 30ennale approvato dal consiglio comunale. In tre anni infatti è già stato coperto il corrispondente di 10 anni e mezzo del piano trentennale.

Il dato poteva essere migliore ma si è preferito mettere maggiormente in protezione il fondo crediti operando un maxi stralcio di residui attivi a rischio di riscossione. Anche lo scorso anno era stata fatta la stessa operazione intervenendo principalmente sulle entrate da accertamenti ICI e vecchie sanzioni codice della strada. Nel rendiconto 2017 si è invece intervenuti sulle entrate per tariffe di servizi comunali per annualità anteriori al 2014 e sulla Tares 2013 per un importo complessivo di quasi 700 mila euro

I residui attivi dopo 3 anni di pulizia contabile, come era ampiamente previsto, si sono stabilizzati intorno ai 21 milioni anche per effetto della presenza di un alto Fondo crediti. I residui passivi invece si riducono ancora in maniera sensibile passando da un totale di 20 milioni a circa 14,4 (con una riduzione di circa il 28%)

Per quanto riguarda la riduzione del debito è importante segnalare l’andamento del debito del Comune e di SGP nel triennio 2015-2017

Comune vs. banche

16.000.000

11.000.000

SGP vs. fornitori concordatari

18.800.000

1.500.000

SGP vs. comune

6.200.000

6.200.000

SGP vs. banche

2.200.000

2.200.000

SGP vs. banche per mutui

57.800.000

53.800.000

Altri debiti

1.000.000

0

TOTALE

102.000.000

74.300,00

 

 

 

 

Per quanto riguarda invece il controllo del conto economico di SGP è utile riportare il dato degli ultimi anni

Anno

Utile/perdita

2009

-721.000

2010

-991.000

2011

-1.913.000

2012

-4.435.000

2013

-48.599.450

2014

+35.206

2015

+655.275

2016

+131.180

2017

+33.625

 

Sono quindi rimaste da riscuotere al 31.12.2017 entrate coperte dal Fondo crediti per poco più di 10 milioni di euro. Queste entrate, con le riscossioni già avvenute ad inizio anno in conto residui, si sono ridotte a 8,9 milioni.

Se si tiene conto che il Fondo crediti ammonta a quasi 8,6 milioni, ciò vuol dire che questo copre quasi il 97% di quelle entrate. Praticamente mancano da riscuotere di quelle entrate solo poco più di 300 mila euro per avere la copertura totale di tale entrate. Da quel momento in avanti ogni euro incassato in più, libererà un euro dal fondo crediti che risulterebbe altrimenti eccedente rispetto alla sua funzione.

Questo risultato è stato ottenuto lavorando su diversi fronti. Hanno contribuito infatti a questo risultato le seguenti 3 leve:

In primo luogo l’innalzamento a 3 milioni di euro del fondo crediti 2017 operato in sede di variazione finale nel novembre scorso.

In secondo luogo l’entità di residui cancellati in questa sede (circa 700 mila euro)

Il miglioramento della performance di riscossione sia per effetto delle due operazioni straordinarie di definizione agevolata, sia per l’accelerazione delle procedure di riscossione avviata nel 2017. L’accorciamento dei tempi della filiera della riscossione sono fondamentali e si sta ancora lavorando per accorciarli in modo apprezzabile nei prossimi 2 anni

Questo risultato è stato ottenuto lavorando su diversi fronti. Hanno contribuito infatti a questo risultato le seguenti 3 leve:

In primo luogo l’innalzamento a 3 milioni di euro del fondo crediti 2017 operato in sede di variazione finale nel novembre scorso.

In secondo luogo l’entità di residui cancellati in questa sede (circa 700 mila euro)

Il miglioramento della performance di riscossione sia per effetto delle due operazioni straordinarie di definizione agevolata, sia per l’accelerazione delle procedure di riscossione avviata nel 2017. L’accorciamento dei tempi della filiera della riscossione sono fondamentali e si sta ancora lavorando per accorciarli in modo apprezzabile nei prossimi 2 anni

Il comune di Sassuolo ha rispettato i vincoli derivanti dal c.d. Pareggio di bilancio che a decorrere dal 2016 ha soppiantato il più temibile vincolo contenuto nel Patto di stabilità.

Al contrario del passato il rischio (verificatosi nel 2016) è quello di “rispettarlo troppo” cosa indesiderata e disincentivata dal legislatore. Il nostro ente è nelle condizioni di cedere “spazi finanziari” a quegli enti che hanno avanzo da spendere e lo ha fatto per il 2017 e anche già per il 2018

 

archiviato sotto: