Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Avvisi > Il bilancio 2018 della Polizia Municipale di Sassuolo

Il bilancio 2018 della Polizia Municipale di Sassuolo

2 arresti e 58 indagini delegate, ma anche 643 interventi di infortunistica stradale, 303 servizi serali e 963 tir controllati.

Sono questi alcuni dei macro numeri relativi al bilancio 2018 della Polizia Municipale di Sassuolo che ha all’attivo 47 operatori di cui 5 part time (erano 3 nel 2017), 1 in aspettativa, 4 in regime di legge 104 (7).

I dati, resi noti dal Comandante Rossana Prandi, si suddividono in undici macro aree.

Polizia Giudiziaria: nel corso del 2018 sono stati eseguiti 2 arresti, sono state compiute 58 indagini delegate (erano state 41 nel 2017), 7 identificazioni e foto segnalamento (8), 12 servizi di ordine pubblico (3).

Polizia Amministrativa: nel corso del 2018 sono stati eseguiti 1000 interventi di anagrafe canina (1001 nel 2017), 63 colonie feline (57), 120 interventi in tema di benessere animale (105), 198 ricerche/segnalazioni di animali (195), 197 animali smarriti/ritrovati (193), 1 ordinanze sindacali (1), 79 Aso o Tso (74).

Educazione Stradale: nel 2018 sono state eseguite lezioni in 37 classi di scuole superiori (erano state 37 anche nel 2017), 16 classi di scuole dell’infanzia (16), 20 di scuole primarie (20) per un totale di 298 ore impiegate (256).

Vigilanza Scolastica: nel corso del 2018 gli agenti hanno vigilato su 18 scuole (la stessa cifra del 2017) per un totale di 2690 ore impiegate (2620).

Sicurezza Urbana: nel corso del 2018 sono stati eseguiti 12 servizi notturni (erano 6 nel 2017), che hanno coinvolto 63 operatori (36), 303 sono stati i servizi serali (300) coinvolgendo 909 operatori (900), 65 sono stati i servizi festivi (62) che hanno coinvolto 420 operatori (406), 102 sono stati i servizi in gare o manifestazioni (41) e 48 sono state le occupazioni abusive su cui si è intervenuti (59).

Infortunistica stradale: nel corso del 2018 sono state eseguite 643 pattuglie (erano 538 nel 2017) che hanno coinvolto 1176 operatori (1191) e che hanno controllato 3462 veicoli (4426); 963 mezzi pesanti controllati (1018); rilevati 260 sinistri stradali (262), 150 con solo danni (127), 108 con lesioni (130), 2 incidenti mortali (5); 24 sono state le informative di Pg (24), 7 per guida in stato d’ebbrezza (3), 6 per omissione di soccorso (4), 11 per guida senza patente (8).

Polizia Edilizia: nel corso del 2018 sono state eseguite 9 informative di Pg (24) con 113 sopralluoghi (102).

Polizia Ambientale: nel corso del 2018 sono stati eseguiti 281 sopralluoghi (263 nel 2017) con 71 verbali elevati (81).

Polizia Commerciale: nel corso del 2018 sono stati effettuati 463 controlli commerciali (427 nel 2017), con 47 violazioni accertate (52).

Polizia di Prossimità: nel corso del 2018 sono stati eseguiti 1605 turni (erano 1631 nel 2017) che hanno coinvolto 2205 operatori (2470); sono stati eseguiti 1860 controlli nei parchi (1950) che hanno portato a 2444 accertamenti (2323) e a 7 sgomberi di immobili/casolari (3).

Sanzioni: sono state accertate 11.154 violazioni complessive (erano 10.684 al 31 Dicembre 2017) di cui 2026 in Ztl (2976 nel 2016) che hanno portato all’accertamento di € 1.137.744,46 (al 31 Dicembre 2017 la somma era di €1.193.148,54).

“Da settembre 2018 – commenta la Comandante Rossana Prandi - si è maggiormente consolidata la collaborazione con la Polizia di Stato in osservanza del Controllo integrato del territorio, ex D.L. 23 maggio 2008 n. 92 convertito in legge 24 luglio 2008 n. 125 (Pacchetto sicurezza). 12 sono stati i servizi di ordine pubblico programmati in “sede di tavolo tecnico” presso la Questura di Modena. A cadenza settimanale infatti, sono stati operati servizi congiunti finalizzati al contrasto dello spaccio, ai fenomeni di degrado, alla tutela del consumatore ed al controllo del territorio. Durante questa attività che si è svolta sia in orario diurno che serale/notturno, sono stati controllati numerosi locali pubblici verificando sia le eventuali irregolarità dal punto di vista amministrativo che la loro frequentazione da parte di clandestini o di persone titolari di provvedimenti di polizia.  Anche lo spaccio nei parchi cittadini è stato oggetto dei controlli che hanno portato all’arresto di 2 persone. A fronte di una maggiore richiesta di impiego della polizia municipale in tema di sicurezza, l’impegno nelle attività di stretta competenza non è venuto meno neanche nel 2018.

In tema di sicurezza stradale, l’attività è stata caratterizzata da numerose azioni tra le quali emerge l’aspetto relativo al controllo ed alla vigilanza sul territorio tramite l’esecuzione di  servizi di polizia stradale finalizzati alla prevenzione e repressione delle violazioni al codice della strada. Il numero delle pattuglie effettuate sul territorio, rispetto all’anno precedente è aumentato del 19,51% (642 a fronte di 538 nel 2017); l’attenzione è stata rivolta a migliorare le condizioni di sicurezza infrastrutturale della circolazione stradale, soprattutto in ordine alla tutela della cosiddetta “utenza debole”, ovvero dei pedoni e dei ciclisti.

L’istallazione dei cosiddetti “varchi” nei  diversi punti di accesso alla Città ed il relativo acquisto di apposita apparecchiatura “Targa System” contestualmente all’utilizzo dello Scout sull’autovettura di istituto ha permesso un costante controllo dei veicoli transitanti in entrata che ha portato al sequestro di 67 veicoli non coperti da assicurazione (a fronte di 36 dell’anno precedente) e a 242 veicoli non revisionati (186 nel 2017).

Un'altra peculiarità è stata quella del monitoraggio dell’autotrasporto, sono stati 963 gli autocarri, gli autotreni e gli autoarticolati controllati. Questo dato leggermente in flessione rispetto all’anno precedente (1018 nel 2017) deve essere letto in chiave positiva poiché, anche grazie al rinnovato protocollo con il Ministero dei Trasporti e ed all’utilizzo dell’unità mobile, le verifiche si sono focalizzate in particolar modo sui mezzi stranieri i quali richiedono tempi di controllo e di verbalizzazione diversi rispetto a quelli nazionali. Oltre al corso di formazione organizzato mediante la Scuola Interregionale di Polizia Locale in tema di autotrasporto (12 h), gli operatori facenti parte del nucleo “Pronto Intervento ed Infortunistica) sono stati dotati di una particolare strumentazione: il “Police contoller”. Quest’ultima permette lo scarico e l’analisi dei dati delle carte conducenti e dei cronotachigrafi digitali installati sugli autocarri, nello specifico un controllo dettagliato dell’attività di trasporto.  L’attenzione posta al miglioramento della sicurezza stradale non si limitata alla  classica dicotomia controllo – sanzione, ma passa attraverso strategie di approccio e comunicazione con i tanti giovani e giovanissimi che frequentano i diversi plessi scolastici, in occasione delle numerose e diversificate attività di educazione stradale organizzate in accordo con gli le scuole del territorio comunale. Nell’anno appena trascorso sono stati circa 2.500 gli scolari/studenti incontrati dalla polizia municipale, ed i temi trattati hanno riguardato oltre alla “classica” educazione stradale anche ai rischi derivanti del “gabmling”.  Con il medesimo intento si segnala il notevolmente rafforzamento  delle strategie di prevenzione e di riduzione dei consumi di alcol da parte dei giovani attraverso la partecipazione della Polizia Municipale a numerosi progetti ed iniziative finalizzate al contrasto del fenomeno delle cosiddette “stragi del sabato sera”. Nell’anno trascorso i servizi notturni predisposti a tal fine sono stati 12 a fronte dei 7 del 2017. I dati relativi all’infortunistica stradale sono confortanti in quanto, nonostante il numero dei sinistri rilevati sia in linea con gli anni precedenti (260 nel 2018, 262 nel 2017, 260 nel 2016), sono notevolmente in calo il numero dei morti (2 rispetto a 5 del 2017).

Come per l’anno precedente, in ossequio alla circolare “Gabrielli” in tema di safety, la polizia municipale si è fatta carico del presidio costante durante eventi e manifestazioni che hanno visto la partecipazione di numerose persone, come in occasione del Festival della Filosofia, delle Fiere d’ottobre, dei concerti ed eventi organizzati nelle piazze cittadine.

Permane la consolidata collaborazione con i gruppi di Volontariato ed in particolare con i Volontari della Sicurezza; sempre più numerosi sono i servizi che vengono svolti a fianco della Polizia Municipale, in occasione di manifestazioni e nel supporto al presidio dei parchi e degli spazi pubblici.

Soprattutto nelle giornate del mercato settimanale, la presenza degli operatori di p.m. nei parcheggi limitrofi, ha di fatto quasi eliminato il fenomeno dei “pseudo parcheggiatori”/ “accattoni” , questo grazie anche al rifacimento del piazzale “Unicredit” e all’istallazione di telecamere di videosorveglianza.  Anche nel 2018 si è dato seguito alle numerose richieste di sicurezza nell’area della stazione ferroviaria di Modena garantendo nelle ore più  critiche un maggiore presidio. Il 2018 ha visto un massiccio potenziamento delle telecamere presenti sul territorio, collocate in diverse zone, strumenti utili nel contrasto dei reati e degli atti di inciviltà ed incidono notevolmente sulla percezione di sicurezza da parte dei cittadini. Si è mantenuta costante la collaborazione con i Dirigenti Scolastici per il controllo dei pullman in partenza per le gite scolastiche: sono stati 28 i servizi effettuati con una sola irregolarità riscontrata.

Nel 2018 si è consolidato ed ampliato il “Controllo di vicinato” che ha “visto” la formazione di 24 gruppi su tutto il territorio di Sassuolo e la partecipazione di oltre 500 cittadini. Nei vari quartieri interessati  è stata collocata apposita segnaletica che evidenzia la presenza attiva dei cittadini nel controllo della propria zona di residenza.  Un insieme di piccole attenzioni fa si che i molti occhi di chi abita il quartiere rappresentino un deterrente credibile per chi volesse compiere furti o altre forme di reato. L’instaurazione di un dialogo continuo e sensibile tra polizia municipale, forze dell’ordine ed i residenti, unito alla loro sorveglianza informale, ha di fatto migliorato la qualità delle segnalazioni fatte dai cittadini.

Attraverso lo specifico Nucleo di Prossimità, il Comando cura una vigilanza assidua sui fenomeni di degrado urbano; ormai di routine è il controllo dei vari casolari abbandonati possibili oggetto di occupazioni abusive. Sono stati 7 gli sgomberi operati a fronte dei 3 del 2017. Lo stesso nucleo, dopo opportuna formazione, è stato dotato di “foto trappole”: apparecchiatura che permette di vigilare il corretto conferimento dei rifiuti negli appositi cassonetti. Continua ad essere apprezzata e seguita la pagina  “facebook” dedicata al “Nucleo Operativo Tutela e Benessere Animale”; su tale profilo vengono evidenziate le diverse attività e gli interventi posti in essere in favore degli animali (domestici e non) sul territorio di competenza. 

Il nucleo “tutela del consumatore” nel corso dell’anno trascorso ha effettuato 463 controlli riscontrando 47 irregolarità prontamente sanzionate e procedendo all’emissione di 44 diffide amministrative. L’attività del Corpo si è dispiegata anche nell’anno passato in tutte le tradizionali attività d’istituto, che non sono poche e spesso non abbastanza conosciute: dalla vigilanza edilizia, scolastica a quella ambientale, al servizio territoriale, alla polizia di prossimità, dalle informative sulle residenze anagrafiche legate al rilascio dei permessi di soggiorno da parte della Polizia di Stato, ai servizi motociclistici. Oltre ai corsi di formazione precedentemente citati sono stati organizzati diversi momenti formativi, per un totale di 80 h., in tema di codice della strada, di tecniche operative, polizia di prossimità, T.S.O., al fine di mantenere alte le conoscenze/competenze degli operatori”.