Accessibilità

A scuola di Terremoto

 

Rivolto a: classi 3^ delle scuole secondarie di 1° (massimo n. 12 classi).

Contenuti del progetto

L’Italia è un paese caratterizzato quasi interamente da una diffusa pericolosità sismica e una conoscenza approfondita dei terremoti è la chiave per prevenire i rischi ad essi associati.

Attraverso attività sperimentali, simulazioni con modellini didattici, filmati, interviste e testimonianze storiche i ragazzi entrano in contatto diretto con i terremoti e con i diversi aspetti connessi al rischio sismico: la prevenzione, la conoscenza delle strutture e la messa in sicurezza degli ambienti di lavoro e di vita, l’attuazione di comportamenti corretti prima, durante e dopo l’emergenza, la gestione dell’esperienza del terremoto e la consapevolezza che dovrebbe derivarne, la dimensione storica delle ricorrenze sismiche. Un laboratorio che non solo trasmette conoscenze sul terremoto, ma che sarà anche occasione di condivisione tra i partecipanti di esperienze ed emozioni legate a questo tipo di eventi.

Tra le attività sperimentali proposte:

-       La terra a portata di mano: attività per rappresentare in modo efficace l’interno della Terra.

-       Puzzle tettonico: semplice simulazione che permette ai ragazzi di comprendere perché i terremoti più forti siano concentrati in determinate aree e non distribuiti uniformemente su tutta la superficie terrestre.

-       L’ABC della geologia: riconoscimento di campioni di rocce e terre

-       Il rimbalzo elastico: esperimento per dimostrare come e perché avviene un terremoto.

-       A prova di terremoto: esperienza per far comprendere ai ragazzi che la vulnerabilità di un edificio ad una scossa sismica è fortemente determinata dalle tecniche costruttive utilizzate.

 

Obiettivi:

  • scoprire i principali meccanismi della tettonica a placche posti all’origine dei

terremoti;

  • riconoscere le principali tipologie di rocce e terre;
  • scoprire le onde sismiche e il loro comportamento;
  • determinare l’energia che rilasciano i terremoti (magnitudo, scala Richter) e gli

effetti che producono (scala Mercalli);

  • promuovere la conoscenza del rischio sismico;
  • ridurre l’atteggiamento fatalistico nei confronti dei terremoti e prevenire gli

effetti più tragici di questi eventi naturali;

  • promuovere comportamenti, strategie e piani per difendersi dal terremoto.

 

Struttura del percorso:

  • un incontro di presentazione con tutti gli insegnanti coinvolti;
  • un incontro in classe di 2 ore

 

Periodo di attuazione:

Ottobre-Dicembre 2019

 

In collaborazione con:

Il progetto coinvolge il CEAS Pedecollinare e l’Area di educazione alla sostenibilità di ARPAE. Si avvale inoltre del contributo dell’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile e delle competenze della Rete Interregionale Educazione Sismica (Rete RESISM)

Rivolto a: classi 3^ delle scuole secondarie di 1° (massimo n. 12 classi).

 

 

Per aderire al progetto è necessario compilare l'apposito Modulo inviandolo all'indirizzo e-mail: ENTRO IL 30 SETTEMBRE