Accessibilità

Sezioni

Sei in Home page > Aree Tematiche > Scuola e nidi > Centri Estivi: individuazione dei soggetti gestori e adesione al progetto conciliazione vita-lavoro cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Centri Estivi: individuazione dei soggetti gestori e adesione al progetto conciliazione vita-lavoro cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

 

ATTENZIONE

Con determinazione n. 243/2020 sono stati riaperti i termini per la presentazione della domanda di adesione al Progetto Conciliazione e sono state apportate modifiche al Modulo gestori, a seguito di Deliberazione di Giunta Regionale n. 568/2020 che ha apportato significative modifiche ai requisiti richiesti ai soggetti gestori

 

I gestori interessati a partecipare potranno presentare domanda entro il 15 Giugno 2020 utilizzando l'apposito modulo gestori 2020.

 

 A causa dell'emergenza Covid - 19 con Delibera di Giunta Regionale n. 527/2020 è stato sospeso quanto disposto con la "Direttiva per l'organizzazione e lo svolgimento dei soggiorni di vacanza socioeducativi in struttura e dei centri estivi" approvata con DGR 247/2018 e modificata con DGR  469/2019

Il nuovo protocollo regionale (decreto del presidente della Regione Emilia-Romagna n. 95 del 01 giugno 2020) prevede che i soggetti gestori di attività ludico-ricreative - centri estivi - per i bambini e gli adolescenti tra i 3 e i 17 anni, prima dell’apertura del centro estivo e anche qualora esso si svolga presso strutture o spazi normalmente destinati ad altra attività, inoltrino Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà,  che sostituisce la SCIA.

La Dichiarazione, resa ai sensi dell’art. 47 del DPR 28/12/2000 n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di attività amministrativa, attesta il possesso dei requisiti previsti dal Protocollo regionale.

 

Protocollo regionale Centri Estivi

Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà
- Scheda Sanitaria
- Patto di responsabilità condivisa 

_______________________________________________________________________

 

- Con Delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n. 247 del 26/02/2018 "Direttiva per organizzazione e svolgimento dei soggiorni di vacanza socioeducativi in struttura e dei centri estivi" e successiva Delibera di Giunta Regionale n. 469 del 11.04.2019 "Modifiche alla delibera di Giunta regionale n. 247/2018 “Direttiva per organizzazione e svolgimento dei soggiorni di vacanza socioeducativi in struttura e dei centri estivi,ai sensi della L.R. n. 14/2008, art. 14 e ss.mm.ii.”
Sono stati fissati i requisiti minimi che devono essere posseduti per poter attivare un centro estivo, dal punto di vista sia strutturale (ossia riguardante gli spazi in cui i centri estivi si svolgono, ad es. metratura minima degli spazi interni ed esterni, dotazione minima di sanitari, servizi igienici), sia organizzativo e gestionale (ad es. rapporto numerico educatori/minori accolti, titoli di studio posseduti dagli educatori..).
I soggetti gestori che intendano avviare un centro estivo dovranno presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) utilizzando il modello predisposto sul Suap. Istruzioni per la SCIA

- Con Delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n. 2213  del 22/11/2019 "Approvazione progetto per la conciliazione vita-lavoro: sostegno alle famiglie per la frequenza di centri estivi - anno 2020" è stato approvato un progetto di conciliazione vita/lavoro rivolto alle famiglie con minori 3/13 anni frequentanti i centri estivi, che prevede l’erogazione, con risorse regionali cofinanziate con Fondo Sociale Europeo 2014-2020, di un contributo settimanale alle famiglie in possesso di determinati requisiti, ad abbattimento della retta da loro corrisposta per la frequenza di centri estivi organizzati da gestori che si siano preventivamente accreditati in apposito albo regionale. Per l’accreditamento i gestori devono possedere sia i requisiti minimi previsti dalla DG RER n. 247 del 26/02/2018, così come modificata con la successiva Deliberazione di Giunta Regionale n. 469 del 11/04/2019, sia ulteriori specifici requisiti definiti dal progetto di conciliazione regionale illustrati nella DG RER n. 225 dell' 11.02.2019.

Con determinazione dirigenziale n. 107 del 05/03/2020  è stato approvato apposito bando denominato "Avviso Pubblico per l’individuazione dei soggetti gestori di centri estivi che intendono aderire al 'Progetto conciliazione vita-lavoro' promosso dalla Regione Emilia-Romagna rivolto agli alunni delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado nel periodo di sospensione estiva delle attività scolastiche (giugno/settembre 2020)".
I gestori interessati a partecipare al progetto conciliazione dovranno presentare domanda entro il 15/05/2020 sull'apposito modello.

 

A causa dell'emergenza sanitaria in corso, con atto successivo n. 166 del 28/04/2020 sono stati ridefiniti i termini per presentare domanda di partecipazione: dal 4 al 15 maggio 2020.

 

Si informano i Gestori che la Regione Emilia Romagna ha approvato il protocollo per la riapertura in sicurezza dei Centri Estivi destinati ai bambini e ragazzi tra i 3 e i 17 anni contenente le nuove regole e i requisiti messi a punto per  garantire la massima tutela della sicurezza e della salute di bambini, ragazzi, educatori e familiari.

Pertanto i gestori che abbiano aderito al Progetto, per essere accreditati, devono integrare la domanda con l'invio dell'Allegato 2 (Dichiarazione sul possesso requisiti e progetto organizzativo) 

Maggiori e dettagliate informazioni sono reperibili alla pagina https://sociale.regione.emilia-romagna.it/infanzia-adolescenza/temi/centri-estivi