Accessibilità

Verde privato: abbattimento e potatura alberi

Se devi abbattere o potare un albero in una proprietà privata, in alcuni casi, devi fare una comunicazione e l'ufficio valuterà se devi ottenere un'autorizzazione.

Cos'è
Requisiti e dettagli

Gli interventi in aree verdi private da comunicarsi obbligatoriamente all’Ufficio Verde della Sassuolo Gestioni Patrimoniali s.r.l. sono:

  • abbattimento di alberature qualora con circonferenza del fusto uguale o superiore a 40 cm. misurata a 100 cm. da terra
  • abbattimento di siepi rurali
  • potatura di alberature eseguite dal 16/03 al 30/06 e dal 01/09 al 31/10 (periodi in cui di norma la potatura non è consentita)
  • avvenuta ripiantumazione o compensazione a seguito di abbattimento

 Il proprietario o altro soggetto avente titolo del terreno sul quale sono ubicate le piante o le siepi rurali interessate, deve compilare l’apposita modulistica seguendo le domande riportate sul frontespizio e consegnarla o trasmetterla:

Sono esclusi dall’obbligo di comunicazione:

  • gli abbattimenti di alberature con circonferenza del fusto misurata a 100 cm. da terra inferiore a 40 cm.
  • l’abbattimento di siepi pertinenziali ad edifici in ambito urbano
  • gli abbattimenti di esemplari arborei oggetto di attività agricole, selvicolturali e connessi all’ordinaria conduzione del terreno o simili

L’elenco completo delle esclusioni è riportato all’art.6 “Regolamento del verde” – “Norme di esclusione e facilitazioni”.

La modulistica deve essere compilata in ogni sua parte e debitamente firmata dal proprietario o avente titolo. Alla stessa deve essere obbligatoriamente allegata idonea documentazione fotografica riguardante le alberature/siepi sulle quali si intende intervenire.

Qualora si richieda la riduzione delle tempistiche (da 30 gg. a 7 gg.) deve essere obbligatoriamente allegata alla modulistica anche copia della contabile o della ricevuta di versamento.

Modalità di richiesta
Sportello; Modulo da compilare e consegnare a sportello; Modulo da compilare e inviare con P.E.C.
Tempi e costi
Costi a carico del cittadino / impresa

Nessun costo è previsto per la presentazione della comunicazione/richiesta di abbattimento, fatto salvo la richiesta di riduzione della tempistica da 30 a 7 gg (riferita al silenzio assenso per l’ottenimento del nulla osta per le piante in “tutela ordinaria”) o per la compensazione di esemplari non sostituiti.

Scadenza / Periodicità / Frequenza

La comunicazione/richiesta di abbattimento ha validità di 6 mesi dalla data di protocollazione della documentazione.

Ogni alberatura/siepe abbattuta deve essere sostituita all’interno dell’area verde privata entro 18 mesi dalla data di protocollazione delle comunicazione/richiesta di abbattimento. Il cittadino (entro la tempistica sopra riportata), deve comunicare l’avvenuta ripiantumazione utilizzando l’apposita modulistica (Sezione 4).

Qualora presso la proprietà non fosse possibile procedere alla ripiantumazione, nel caso di piante in tutela semplificata o ordinaria, l’interessato è tenuto a fornire alla Sassuolo Gestioni Patrimoniali s.r.l. lo stesso numero di piante e euro 25,00 per ogni pianta fornita (corrispondenti ai diritti di segreteria per la messa a dimora) o in alternativa euro 75,00 (corrispondenti ai diritti di segreteria per la fornitura e messa a dimora).

Tempi del procedimento

Per le piante che rientrano nella “Tutela Semplificata”: la comunicazione è da ritenersi autorizzata, se non diversamente comunicato, entro 7 gg. dalla data di ricezione al protocollo della documentazione;

Per le piante che rientrano nella “Tutela Ordinaria”: la richiesta è da ritenersi autorizzata, se non diversamente comunicato, entro 30 gg. dalla data di ricezione al protocollo della documentazione. In caso di necessità espressa dal richiedente, i tempi sono riducibili a 7 gg. previo pagamento dei diritti di segreteria (pari a euro 30,00) e rilascio di autorizzazione scritta;

Per le piante che rientrano nella “Tutela Speciale”: compatibilmente con le tempistiche dettate dagli enti sovraordinati coinvolti, viene rilasciata autorizzazione scritta entro 60 gg. dalla data di protocollazione della domanda.

Responsabili e strumenti di tutela
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

 

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:
60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

 

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione
L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

 

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi
L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

 

Strumenti di tutela amministrativa

Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).

Altre informazioni utili
Normativa

Le procedure sono determinate nel “Regolamento del verde” approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 25/03/2014.

Lo schema tipo del “Regolamento del verde” è stato approvato con Deliberazione della Giunta dell’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico n.4 del 29.01.2014.

Nell’allegato 5 al “Regolamento del verde” sono riportati gli importi riferiti a diritti di segreteria e sanzioni per tutti gli interventi effettuati senza la dovuta comunicazione.

Ufficio al quale rivolgersi

SGP: Verde

Responsabile: Manuela Leoni

Contatti

Telefono: 0536 880 859 - Fax 0536 880 911
Email: mleoni@comune.sassuolo.mo.it
PEC: sgp@cert.sgp.comune.sassuolo.mo.it

Orari

su appuntamento

Sede

Via Decorati al Valor Militare 30

41049 Sassuolo (MO)